user

   

Accedi   

Accedi   

user
Benvenuto

Attiva subito le Notifiche Facebook, tieniti aggiornato in tempo reale sulle proposte lavorative relative al tuo profilo professionale!

Notice: Undefined index: notifiche in /home/krlavoro.it/public_html/layout/top.php on line 277

Il contratto di arruolamento

La definizione

Il Contratto di arruolamento (o la Convenzione) è un particolare rapporto di lavoro stipulato tra un armatore o proprietario di imbarcazione e il personale marittimo.

Questo rapporto di lavoro è disciplinato da una normativa speciale: Codice della navigazione e Regolamento sul collocamento (RD 327/1942 aggiornato alla L. 25/2010 e D.P.R. 231/2006), anche se è la Convenzione internazionale OIL del 2006 a disciplinare i principi e i diritti minimi sul lavoro marittimo.

I soggetti destinatari

Per personale marittimo si intende la gente di mare (ovvero chi si imbarca per lavorare a qualsiasi titolo e per qualsiasi mansione) che, ai sensi dell’art. 114 del Codice della navigazione, comprende:

  1. gente di mare: chi desidera lavorare su una nave con questa specifica deve rivolgersi agli appositi uffici di collocamento che si trovano presso le Capitanerie di porto;
  2. personale addetto ai servizi dei porti (piloti, lavoratori portuali, palombari in servizio locale, ormeggiatori, barcaioli);
  3. personale tecnico delle costruzioni navali (ingegneri navali; costruttori navali; maestri d’ascia e i calafati).

Il contratto di arruolamento può essere a tempo indeterminato, a tempo determinato oppure per uno o più viaggi.

Forma e contenuto del contratto

Il contratto di arruolamento può essere stipulato sia a tempo indeterminato che a tempo determinato. Il contratto a tempo determinato e quello per uno o più viaggi non possono superare la durata di un anno altrimenti sono trasformati di diritto a tempo indeterminato.
La competenza del collocamento ricade in capo alle Capitanerie di porto e non ai Centri per l’Impiego. Il datore di lavoro marittimo è tenuto a registrare la gente di mare sul ruolo di equipaggio o sulla licenza. Deve inoltre tenere un Albo di bordo in luogo accessibile all'equipaggio con l'indicazione delle norme di legge e di regolamento relative all'arruolamento, e delle norme della contrattazione collettiva e ogni altra norma o disposizione applicabile all'equipaggio.  Il personale è assunto per i servizi e le mansioni di cui al contratto di arruolamento anche se per i casi di necessità può essere adibito anche ad altre mansioni.

La Retribuzione
 

La retribuzione può essere a tempo, a viaggio o in partecipazione ai proventi del nolo o del viaggio dovuti all'armatore.

Cessazione del rapporto

 

Il rapporto di lavoro può risolversi per motivi:

riconducibili all'armatore: a seguito della perdita totale o innavigabilità della nave per naufragio o della nazionalità della nave, per il sequestro della nave, o anche per la mera facoltà riconosciuta all'armatore di risolvere il contratto di arruolamento, fatti salvi i diritti spettanti all'arruolato;

riconducibili all'arruolato: a seguito di cattivo trattamento riservatogli dall'armatore o per motivi di autorità o per motivi di salute.


 

Normative di Riferimento

ANNO

NUM.

TIPO

OGGETTO

 

1942

327 – 30/3/1942

Regio decreto

Codice della Navigazione

 

1999

271 – 27/7/1999

Decreto legislativo

Adeguamento della normativa sulla sicurezza e salute dei lavoratori marittimi a bordo delle navi mercantili da pesca nazionali, a norma della L. 31 dicembre 1998, n. 485

 

2002

297 – 19/12/2002

Decreto legislativo

Disposizioni modificative e correttive del D.Lgs. 21 aprile 2000, n. 181, recante norme per agevolare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, lettera a) della L. 17 maggio 1999, n. 144

 

2006

231 – 18/4/2006

Decreto Presidente Repubblica

Regolamento recante disciplina del collocamento della gente di mare, a norma dell'articolo 2, comma 4, del D.Lgs. 19 dicembre 2002, n. 297

 

2010

25 – 26/2/2010

Legge Nazionale

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 194, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative.

 

2010

122 – 30/7/2010

Legge Nazionale

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica.

 

2013

97 – 6/8/2013

Legge Nazionale

Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013

 


 


Ultimo aggiornamento il 2013-12-05 13:21:50

KRLAVORO

Provincia di CrotoneSettore Mercato del Lavoro e F.P.Copyright 2014 - Tutti i diritti sono riservatiPolicy PrivacyEmail: info@krlavoro.it