user

   

Accedi   

Accedi   

user
Benvenuto

Attiva subito le Notifiche Facebook, tieniti aggiornato in tempo reale sulle proposte lavorative relative al tuo profilo professionale!

Notice: Undefined index: notifiche in /home/krlavoro.it/public_html/layout/top.php on line 277

Contratto di lavoro determinato

 

Caratteristiche generali

E' un contratto che instaura un rapporto di lavoro subordinato, in cui è determinato il termine del rapporto di lavoro stesso. Il contratto va stipulato in forma scritta e se in esso non è indicato tale termine, il rapporto di lavoro si intende a tempo indeterminato. Il lavoratore deve conoscere prima dell'inizio della prestazione lavorativa il termine e deve accettare per iscritto le condizioni poste dal datore.

Ambito di applicazione

Un rapporto di lavoro a termine può essere attivato “a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo”, per sostituzione di lavoratori assenti per i quali sussiste il diritto alla conservazione del posto (malattia, infortunio, maternità), per assunzioni di personale riferite a specifici spettacoli o programmi radiofonici e televisivi.

In base all‘articolo 1, comma 9 della Riforma Fornero, nel contratto a termine fino a un anno non è necessario indicare le “ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo” tipicamente obbligatorie per il contratto a tempo determinato (articolo 1 del Decreto Legislativo 6 settembre 2001, n. 368).

Proroga contratti a termine

La Riforma del Lavoro aveva inizialmente allungato le pause obbligatorie fra un contratto e l’altro: 60 giorni per i contratti fino a sei mesi (prima erano 10 giorni) e 90 giorni per i contratti più lunghi (prima erano 20 giorni).
Con il Decreto Lavoro (n. 76 del 28/6/2013), tuttavia, le pause sono tornate ai livelli pre-riforma (10 e 20 giorni) a secondo che il contratto duri o meno più di sei mesi. Anche qui i contratti collettivi di lavoro possono prevedere riduzioni per particolari esigenze organizzative (come l’avvio di una nuova attività o il lancio di un prodotto o servizio innovativo).

Contenzioso

 

Il comma 11 dell’art. 1 della legge 92/2012 ha allungato i tempi per impugnare il contratto a termine, mentre ha ridotto quelli per il ricorso. A decorrere dal 1° gennaio 2013 in pratica i nuovi termini sono:

  • 120 giorni per l’impugnazione, anche extragiudiziale (prima erano 60 giorni)
  • 180 giorni per il ricorso (prima erano 270).

Contributo addizionale

Nell’ottica, infine, di disincentivare l’assunzione di lavoratori a termine, in caso di assunzione a tempo determinato, a partire dal 1 gennaio 2013, è dovuto un contributo addizionale pari all’1,4% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (che va a finanziare l’ASPI), eccezion fatta per le assunzioni finalizzate alla sostituzione di lavoratori assenti, inerenti ad attività stagionali e nell’ambito del settore pubblico. Tale contributo addizionale, in misura pari a 6 mensilità, verrà restituito in caso di stabilizzazione del rapporto senza soluzione di continuità alla scadenza del termine; qualora la stabilizzazione avvenga nei 6 mesi successivi al decorso del termine, l’importo restituito sarà ridotto proporzionalmente in considerazione del periodo intercorso tra la cessazione del rapporto e la stipula del nuovo contratto.

Benefici contributivi per il datore di lavoro

Sono previsti benefici contributivi per il datore di lavoro, in caso di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato.

Riferimenti normativi
 

Data Pubblicazione

Provvedimento

6/09/2001

Decreto legislativo 6 settembre 2001, n. 368: Attuazione della direttiva 1999/70/CE relativa all'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato concluso dall'UNICE, dal CEEP e dal CES. (GU n.235 del 9-10-2001 )

11/06/2002

Il DECRETO-LEGGE 11 giugno 2002, n. 108 (in G.U. 11/06/2002, n.135) , convertito con modificazioni dalla L. 31 luglio 2002, n. 172 (in G.U. 7/8/2002, n. 184), ha disposto (con l'art. 3-bis, comma 1) la modifica dell'art. 3, comma 1, lettera c).

29/12/2005

La LEGGE 23 dicembre 2005, n. 266 (in SO n.211, relativo alla G.U. 29/12/2005, n.302) ha disposto (con l'art. 1, comma 558) l'introduzione del comma 1-bis all'art. 2.

29/12/2007

La LEGGE 24 dicembre 2007, n. 247 (in G.U. 29/12/2007, n.301) ha disposto (con l'art. 1, comma 41, lettera a)) la modifica dell'art. 10, comma 7, lettere c) e d); (con l'art. 1, comma 41, lettera b)) l'abrogazione dei commi 8, 9 e 10; (con l'art. 1, comma 41, lettera c)) la modifica del comma 4.

29/12/2007

La LEGGE 24 dicembre 2007, n. 247 (in G.U. 29/12/2007, n.301) ha disposto (con l'art. 1, commi 40 e 43) la modifica dell'art. 5, comma 2 e l'introduzione dei commi 4-bis, 4-ter, 4-quater, 4-quinquies e 4-sexies.

29/12/2007

La LEGGE 24 dicembre 2007, n. 247 (in G.U. 29/12/2007, n.301) ha disposto (con l'art. 1, comma 39) l'introduzione del comma 01 all'art. 1.

12/03/2008

La Corte costituzionale, con sentenza 25 febbraio 2008, n. 44 (in G.U. 12/03/2008 n. 12) ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale dell'art. 10, commi 9 e 10.

12/03/2008

La Corte costituzionale, con sentenza 25 febbraio 2008, n. 44 (in G.U. 12/03/2008 n. 12) ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale dell'art. 11, commi 1 e 2.

25/06/2008

Il DECRETO-LEGGE 25 giugno 2008, n. 112 (in SO n.152, relativo alla G.U. 25/06/2008, n.147) , convertito, con modificazioni, dalla L. 6 agosto 2008, n. 133 (in S.O. n. 196/L, relativo alla G.U. 21/8/2008, n. 195) ha disposto (con l'art. 21, commi 2 e 3) la modifica dell'art. 5, commi 4-bis e 4-quater.

25/06/2008

Il DECRETO-LEGGE 25 giugno 2008, n. 112 (in SO n.152, relativo alla G.U. 25/06/2008, n.147) , convertito, con modificazioni, dalla L. 6 agosto 2008, n. 133 (in S.O. n. 196/L, relativo alla G.U. 21/8/2008, n. 195) ha disposto (con l'art. 21, comma 1) la modifica dell'art. 1, comma 1.

25/06/2008

Il DECRETO-LEGGE 25 giugno 2008, n. 112 (in SO n.152, relativo alla G.U. 25/06/2008, n.147) , convertito, con modificazioni, dalla L. 6 agosto 2008, n. 133 (in S.O. n. 196/L, relativo alla G.U. 21/8/2008, n. 195) ha disposto (con l'art. 21, comma 1-bis) l'introduzione dell'art. 4-bis.

22/07/2009

La Corte costituzionale, con sentenza 8 luglio 2009, n. 214 (in G.U. 22/07/2009 n. 29) ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale dell'art. 4-bis.

13/05/2011

Il DECRETO-LEGGE 13 maggio 2011, n. 70 (in G.U. 13/05/2011, n.110) , convertito con modificazioni dalla L. 12 luglio 2011, n. 106 (in G.U. 12/07/2011, n. 160), ha disposto (con l'art. 9, comma 18) l'introduzione del comma 4-bis all'art. 10.

14/11/2011

La LEGGE 12 novembre 2011, n. 183 (in SO n.234, relativo alla G.U. 14/11/2011, n.265) ha disposto (con l'art. 4, comma 12) l'introduzione della lettera c-bis) all'art. 10, comma 1.

09/02/2012

Il DECRETO-LEGGE 9 febbraio 2012, n. 5 (in SO n.27, relativo alla G.U. 09/02/2012, n.33) , convertito con modificazioni dalla L. 4 aprile 2012, n. 35 (in SO n. 69, relativo alla G.U. 06/04/2012, n. 82), ha disposto (con l'art. 18, comma 2) la modifica dell'art. 10, comma 3.

26/06/2012

Il DECRETO-LEGGE 22 giugno 2012, n. 83 (in SO n.129, relativo alla G.U. 26/06/2012, n.147) , convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134 (in SO n. 171, relativo alla G.U. 11/08/2012, n. 187), nel modificare l'art. 1, comma 9, lettera h) della L. 28 giugno 2012, n. 92 (in S.O. n. 136, relativo alla G.U. 03/07/2012, n. 153), ha conseguentemente disposto (con l'art. 46-bis, comma 1, lettera a)) la modifica dell'art. 5, comma 3.

03/07/2012

La LEGGE 28 giugno 2012, n. 92 (in SO n.136, relativo alla G.U. 03/07/2012, n.153) ha disposto (con l'art. 1, comma 9, lettera d)) l'introduzione del comma 2-bis all'art. 4.

03/07/2012

La LEGGE 28 giugno 2012, n. 92 (in SO n.136, relativo alla G.U. 03/07/2012, n.153) ha disposto (con l'art. 1, comma 9, lettera a)) la modifica dell'art. 1, comma 01; (con l'art. 1, comma 9, lettera b)) l'introduzione del comma 1-bis all'art. 1; (con l'art. 1, comma 9, lettera c)) la modifica dell'art. 1, comma 2.

03/07/2012

La LEGGE 28 giugno 2012, n. 92 (in SO n.136, relativo alla G.U. 03/07/2012, n.153) ha disposto (con l'art. 1, comma 9, lettera e)) la modifica dell'art. 5, comma 2; (con l'art. 1, comma 9, lettera f)) l'introduzione del comma 2-bis all'art. 5; (con l'art. 1, comma 9, lettere g) e h)) la modifica dell'art. 5, comma 3; (con l'art. 1, comma 9, lettera i)) la modifica dell'art. 5, comma 4-bis.

13/09/2012

Il DECRETO-LEGGE 13 settembre 2012, n. 158 (in G.U. 13/09/2012, n.214) , convertito con modificazioni dalla L. 8 novembre 2012, n. 189 (in S.O. n. 201, relativo alla G.U. 10/11/2012, n. 263), ha disposto (con l'art. 4, comma 5) l'introduzione del comma 4-ter all'art. 10.

19/10/2012

Il DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179 (in SO n.194, relativo alla G.U. 19/10/2012, n.245) , convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 (in S.O. n. 208, relativo alla G.U. 18/12/2012, n. 294), ha disposto (con l'art. 28, commi 1 e 2) la modifica dell'art. 1, comma 1.

28/06/2013

Il DECRETO-LEGGE 28 giugno 2013, n. 76 (in G.U. 28/06/2013, n.150) , convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 (in G.U. 22/08/2013, n. 196), ha disposto (con l'art. 7, comma 1, lettera b)) l'abrogazione del comma 2-bis dell'art. 4.

28/06/2013

Il DECRETO-LEGGE 28 giugno 2013, n. 76 (in G.U. 28/06/2013, n.150) , convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 (in G.U. 22/08/2013, n. 196), ha disposto (con l'art. 7, comma 1, lettera c)) la modifica dell'art. 5, commi 2 e 3 e l'abrogazione del comma 2-bis dell'art. 5.

28/06/2013

Il DECRETO-LEGGE 28 giugno 2013, n. 76 (in G.U. 28/06/2013, n.150) , convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 (in G.U. 22/08/2013, n. 196), ha disposto (con l'art. 7, comma 1, lettera d)) l'introduzione della lettera c-ter all'art. 10, comma 1, l'abrogazione del comma 6 dell'art. 10 e la modifica dell'art. 10, comma 7.

28/06/2013

Il DECRETO-LEGGE 28 giugno 2013, n. 76 (in G.U. 28/06/2013, n.150) , convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 (in G.U. 22/08/2013, n. 196), ha disposto (con l'art. 7, comma 1, lettera a)) la modifica dell'art. 1, comma 1-bis.

20/08/2013

La LEGGE 6 agosto 2013, n. 97 (in G.U. 20/08/2013, n.194) ha disposto (con l'art. 12, commi 1 e 3) la modifica dell'art. 8.

31/08/2013

Il DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101 (in G.U. 31/08/2013, n.204) , convertito con modificazioni dalla L. 30 ottobre 2013, n. 125 (in G.U. 30/10/2013, n. 255), ha disposto (con l'art. 4, comma 11) la modifica dell'art. 10, comma 4-bis.


Ultimo aggiornamento il 2013-11-28 12:43:26

KRLAVORO

Provincia di CrotoneSettore Mercato del Lavoro e F.P.Copyright 2014 - Tutti i diritti sono riservatiPolicy PrivacyEmail: info@krlavoro.it