user

   

Accedi   

Accedi   

user
Benvenuto

Attiva subito le Notifiche Facebook, tieniti aggiornato in tempo reale sulle proposte lavorative relative al tuo profilo professionale!

Notice: Undefined index: notifiche in /home/krlavoro.it/public_html/layout/top.php on line 277

Borse di lavoro

(Articolo 26, legge 196/97 - Decreto legislativo 280/97)

Campo di applicazione
Le borse lavoro possono essere svolte presso le imprese classificate dall’Istat ai codici D, H, I, J, K (con almeno 2 dipendenti e non più di 100) e G (con almeno 5 dipendenti e non più di 100) operanti nelle regioni Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Puglia, Abruzzo, Molise e province di Massa Carrara, Frosinone, Roma, Latina e Viterbo.

Età del giovane
Giovani di età compresa tra i 21 e 32 anni, iscritti da più di 30 mesi nella prima classe delle liste di collocamento.

Durata

  • Imprese sino a 15 dipendenti: 11 mesi per i giovani senza diploma di scuola secondaria superiore o laurea; 10 mesi con diploma o laurea;
  • Imprese con più di 15 dipendenti: 12 mesi per i giovani senza diploma di scuola secondaria superiore o laurea; 11 mesi con diploma o laurea;
  • Imprese dell’artigianato artistico: 12 mesi.
    Le borse lavoro non determinano l’instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato e non comporta la cancellazione dalle liste di collocamento

Condizioni
Per poter attivare le borse lavoro le imprese:

  • non devono aver licenziato personale nei dodici mesi precedenti la dichiarazione di disponibilità ad attivare le borse lavoro (salve le cessazioni per giusta causa o per il raggiungimento dei requisiti del pensionamento di vecchiaia);
  • I giovani occupati devono essere a incremento (per tutta la durata) del personale mediamente occupato nel medesimo periodo;
  • Essere in regola con il versamento dei contributi;
  • Rispettare i contratti collettivi di lavoro;
  • Presentare la dichiarazione di disponibilità entro il 27 ottobre 1997.

Sussidio ai giovani
Ai giovani impiegati nelle borse lavoro spetta un sussidio mensile di 800.000 lire erogato dall’Inps a seguito di attestazione dell’impresa (ai giovani è richiesto un impegno di 20 ore settimanali).

Agevolazioni
Alle imprese che assumono i giovani a tempo indeterminato durante o al termine della borsa lavoro, sono riconosciute le agevolazioni contributive previste dall’articolo 8, comma 9 della legge 407/90 (agevolazioni per lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi).

(*) N.B. La norma non è più in vigore, si riporta perché il comma 8, dell’art. 4 del Decreto legge 31 agosto 2013, n. 101, come convertito dalla legge 101/2013, ha previsto: “Al fine di  favorire  l'assunzione  a  tempo  indeterminato  dei lavoratori di cui all'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 28 febbraio 2000, n. 81, e di cui all'articolo 3, comma 1,  del  decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 280, le regioni   predispongono un elenco regionale dei suddetti lavoratori secondo criteri che contemperano l'anzianita'  anagrafica,  l'anzianita'  di  servizio  e  i   carichi familiari. A decorrere dalla data di entrata  in  vigore del presente decreto e fino al 31  dicembre  2016, gli enti territoriali che hanno vuoti in organico relativamente alle qualifiche di cui all'articolo 16 della legge 28  febbraio  1987,  n. 56, e successive modificazioni, nel rispetto del  loro  fabbisogno  e nell'ambito dei vincoli finanziari di cui al comma 6,  procedono,  in deroga a quanto disposto  dall'articolo  12,  comma  4,  del  decreto legislativo  1o  dicembre  1997,  n.  468,  all'assunzione  a   tempo indeterminato, anche con contratti di lavoro a  tempo  parziale,  dei soggetti collocati nell'elenco regionale indirizzando  una  specifica richiesta alla Regione competente.”


Ultimo aggiornamento il 2013-11-28 12:30:42

KRLAVORO

Provincia di CrotoneSettore Mercato del Lavoro e F.P.Copyright 2014 - Tutti i diritti sono riservatiPolicy PrivacyEmail: info@krlavoro.it