user

   

Accedi   

Accedi   

user
Benvenuto

Attiva subito le Notifiche Facebook, tieniti aggiornato in tempo reale sulle proposte lavorative relative al tuo profilo professionale!

Notice: Undefined index: notifiche in /home/krlavoro.it/public_html/layout/top.php on line 277
19
OTT 18

Premi di produttività, decontribuzione al via



Via libera alla decontribuzione premi di produttività. Da novembre, i datori di lavoro possono ridurre del 20% i contributi dovuti sui premi fino a un massimo di 800 euro annui e del 100% la quota contributiva dovuta dai lavoratori (che finirà in busta paga). Nonostante l'incentivo si riferisca solo alle «aziende», ne possono beneficiare tutti i datori di lavoro, anche non imprese, come sono i professionisti. La fruizione è automatica, senza domanda all'Inps, ma subordinata alle condizioni generali sui benefici contributivi, cioè Durc e rispetto contratti collettivi. Per il recupero di arretrati (premi erogati da maggio 2017 a ottobre 2018) serve la procedura delle regolarizzazioni. Lo spiega l'Inps nella circolare n. 104/2018 di ieri, precisando che lo sgravio influisce, negativamente, sulle pensioni dei lavoratori.

Premi produttività. Le istruzioni riguardano gli incentivi alla produttività e welfare aziendale che il dl n. 50/2017 ha sdoppiato prevedendo accanto a quello fiscale (solo ai lavoratori) uno sgravio contributivo a favore sia dei datori di lavoro (al 20%) sia dei lavoratori (al 100%). Gli incentivi (fiscale e contributivo) sono riservati al settore privato e ai lavoratori dipendenti. Si applicano a chi ha un reddito di lavoro dipendente fino a 80 mila euro e su un importo di premio annuo massimo di 3.000 euro, elevato a 4 mila in caso l'azienda coinvolga i lavoratori nell'organizzazione del lavoro. Lo sgravio opera solo sui premi di risultato erogati in esecuzione di contratti, aziendali o territoriali, stipulati dopo l'entrata in vigore del dl n. 50/2017, cioè dal 24 aprile 2017, e ai vecchi accordi purché dal 24 aprile 2017 siano stati modificati e/o integrati.

Non solo «aziende». Relativamente al campo d'applicazione l'Inps precisa che, nonostante la norma espressamente richiami le «aziende», lo sgravio spetta anche ai premi erogati dai datori di lavoro non imprese come lo sono, per esempio, gli studi professionali.

Il tetto è «annuo». Lo sgravio spetta fino a massimo 800 euro di premio erogato ai lavoratori. Tale tetto, spiega l'Inps, è da considerare annuale; pertanto, qualora un lavoratore abbia più rapporti di lavoro, il beneficio può essere fruito da tutti i datori di lavoro, in successione, fino a raggiungere quel plafond (800 euro). A tal fine, il lavoratore deve comunicare la quota di premio ricevuta dagli altri datori di lavoro. Lo sgravio spetta anche se il lavoratore, per sue ragioni, abbia rinunciato al regime di detassazione per lo stesso premio di produttività. Nota negativa per i lavoratori: i contributi non versati non valgono ai fini pensionistici (non hanno altra copertura).

Le condizioni. Lo sgravio si applica automaticamente, nel senso che non occorre ricevere autorizzazione da parte dell'Inps (non va fatta, cioè, domanda). È vincolato al rispetto delle condizioni generali fissate all'art. 1, comma 1175, della legge n. 296/2006, ossia al possesso del Durc e al rispetto degli accordi e contratti collettivi.

Sgravio cumulabile. L'Inps precisa ancora che, poiché non ha funzione d'incentivo all'assunzione, lo sgravio si cumula con altri eventuali benefici. In tal caso, va applicato prima di ogni altro incentivo.

Da novembre. La fruizione dello sgravio è possibile dal flusso UniEmens di competenza di novembre 2018, da presentare entro il 31 dicembre 2018, sia per la quota a favore dei datori di lavoro (20%) sia per quella a favore dei lavoratori (100%). Per il recupero della maggiore contribuzione versata nei mesi precedenti, a partire non prima del mese di maggio 2017, va fatto uso della procedura delle regolarizzazioni contributive (UniEmens/vig).


Fonte: italiaoggi.it
Ultimo aggiornamento il 19/10/2018

KRLAVORO

Provincia di CrotoneSettore Mercato del Lavoro e F.P.Copyright 2014 - Tutti i diritti sono riservatiPolicy PrivacyEmail: info@krlavoro.it