user

   

Accedi   

Accedi   

user
Benvenuto

Attiva subito le Notifiche Facebook, tieniti aggiornato in tempo reale sulle proposte lavorative relative al tuo profilo professionale!

Notice: Undefined index: notifiche in /home/krlavoro.it/public_html/layout/top.php on line 277
14
SET 18

Sostegno, 50mila posti in deroga per supplenze al 30 giugno. Numeri per regione



La Sardegna detiene il primato della percentuale più alta nella scuola pubblica statale dei posti di sostegno in deroga: 49,24%, cioè la metà dei posti di sostegno necessari.

Il record non è proprio un vanto dal punto di vista occupazionale, soprattutto se si considera che si tratta di affiancare ragazzi con disabilità.

E’ quanto si ricava elaborando i dati contenuti nella tabella 12 del Focus “Principali dati della Scuola – Avvio anno scolastico 2018/2019” pubblicato dal Ministero dell’Istruzione.

Record a livello regionale

Il record della Sardegna dei 2.659 posti in deroga sul totale di 5.399 non può essere messo in relazione in alcun modo con le caratteristiche geografiche dell’Isola. Infatti, al secondo posto nel calcolo percentuale delle cattedre in deroga c’è la Toscana. La centralissima regione tocca il 48,77%.  In termini assoluti, ci sono 4.603 deroghe su 9.437 posti totali di sostegno.

La Lombardia, invece è la regione che conta il maggior numero di posti di sostegno in valori assoluti: 17.614, di cui 13.492 regolari e 4.122 in deroga. Quest’ultimo dato pesa per il 23,4% e si posizione nella fascia media, anche considerando il dato a livello nazionale: 29% di cattedre in deroga su un fabbisogno numerico totale di 141.412 posti.

La regione con la percentuale più bassa delle cattedre in deroga è il Molise, con il 7,58%. Per coincidenza è anche quella con il valore assoluto più basso di posti di sostegno (765), ma questo non influisce sul calcolo percentuale, sebbene possa portare, invece, a una gestione migliore del personale docente a disposizione in relazione alle cattedre di sostegno necessarie.

Situazione per macro aree geografiche

La situazione appare abbastanza omogenea anche nella suddivisione per macro aree regionali, nella classica suddivisione Nord, Centro, Sud e Isole.

Nel primo caso, la percentuale di cattedre di sostegno in deroga è pari a 30,24 punti (50.851 cattedre di sostegno, di cui 35.474 ordinarie e 15.377 in deroga). I dati non sono molto distanti da quelli che si registrano nel Centro Italia: 13.095 cattedre in deroga su un totale di 35.701 posti, pari cioè al 36,68%. Infine, nel Sud e Isole: qui i valori si fanno interessanti, perché la percentuale delle cattedre in deroga risulta più bassa (29,23%), nonostante il fabbisogno totale risulti essere il più alto (54.860), che significa che le cattedre di sostegno in deroga sono “solo” 12.860.

Alunni disabili

Analizzando la situazione dal punto di vista del numero degli alunni disabili, la regione che registra il maggior fabbisogno di sostegno, come si legge nella tabella n.4, è proprio la Lombardia con 40.740 ragazzi disabili sul totale di 1.188.581 studenti (3,43%).

La Sardegna, per esempio, è l’ottava regione per numero di studenti disabili con 7.111 unità su un totale di 202.745 (3,5%). I numeri più bassi in assoluto li fa registrare sempre il Molise, con 1.078 disabili su 38.079 ragazzi (2,83%). A livello nazionale, su 7.682.635 studenti, gli alunni disabili sono 245.723 (3,2%).


Fonte: orizzontescuola.it
Ultimo aggiornamento il 14/09/2018

KRLAVORO

Provincia di CrotoneSettore Mercato del Lavoro e F.P.Copyright 2014 - Tutti i diritti sono riservatiPolicy PrivacyEmail: info@krlavoro.it